Cura stenosi canale vertebrale lombare e cervicale

Si sonno evolute le cure del canale spinale? E' solo chirurgica? Queste sono le domande più frequenti che mi sento rivolgere frequentemente dai miei pazienti. Cercherò molto velocemente di spiegare cos'è e perché interviene prima di dare una risposta eloquente e documentata dato che io stesso ho questo problema.

Le fibre nervose che partono dal cervello percorrono tutta la colonna dentro un canale per poi uscire dalle vertebre a vari livelli per formare i nervi che andranno alle varie parti del corpo per la motilità dei muscoli e la sensibilità.

Se per vari motivi (artrosi, ispessimento delle articolazioni vertebrali e dei legamenti, spazi ridotti già alla nascita,eccessive sollecitazioni ecc.) questo canale si stringe, lo strozzamento provocherà danno alle fibre nervose e ai nervi con alterazioni locali circolatorie e infiammatorie. La contemporanea presenza allo stesso livello di protrusioni, ernie discali.scivolamenti vertebrali,complicherà il problema.Ecco sorgere a seconda della localizzazione dolori alle gambe o alle braccia, debolezza muscolare agli arti, formicolii, insensibilità.

Premesso che non esiste una cura non chirurgica in grado di riespandere il canale è doveroso sottolineare che gli interventi chirurgici classici per questa terapia (Artrodesi) sono piuttosto invasivi. Si devono aprire le vertebre e fissarle con viti e placche. L'intervento dura circa tre ore e ha una percentuale di rischi e insuccessi piuttosto alta. Per questo motivo gli stessi chirurghi preferiscono provare con una terapia della stenosi del canale vertebrale non chirurgica. L'intervento sarà riservato alle persone non troppo anziane e in discrete condizioni di salute per evitare rischi.

Ecco che spicca quindi l'utilità della ossigenoozonoterapia in associazione alla fisioterapia. L'ozono, gas naturale formato da solo ossigeno e privo di effetti collaterali, pur non potendo riespandere il canale può far star meglio quello che c'è dentro e curare le aggravanti (ernie del disco, protrusioni, discopatie). E' un potentissimo antinfiammatorio, apporta ossigeno, migliora enormemente la microcircolazione, stimola cellule e tessuti alla riparazione. Tutti fattori determinanti e distintivi nella cura della stenosi del canale.

Con questa cura ci sono, a seconda della singola situazione, buone speranze di successo. Io stesso sono riuscito da anni a evitare l'intervento. E' comunque una strada da provare e perseguire. Nel mio studio di ossigenoozonoterapia di Genova la eseguo con successo per problemi alla colonna da oltre un decennio, affiancata volendo alle più evolute tecniche.

Fiore all'occhiello del mio centro è il potenziamento della terapia classica di ozono chiamata tecnicamente GAET, grande autoemoinfusione, 0ssigenoozonoterapia sistemica e dal paziente molto più semplicemente ozono col sangue. Vero gioiello terapeutico per innumerevoli altre patologie non solo della schiena.

Per ulteriori informazioni non esitare a telefonare a Studio Furio Di Palma

010 6455286 cell 333 4591244